Diventare Counselor
Presentazione del Corso di Studi
La scuola di counseling "Il Mutamento", con sede a Udine, in Piazza Marconi 6, prevede un percorso di studi (ed esperienze) dalla durata triennale - da ottobre a giugno di ogni anno.

Nel triennio e' previsto il seguente iter formativo:
890 ore di cui:
- 465 ore di formazione teorica in aula
- 275 ore di formazione esperienziale
- 150 ore di tirocinio pratico

L’impegno annuo previsto, articolato da ottobre a giugno (9 mesi)  è di:
9 weekend didattici (sabato pomeriggio + domenica; 1 week end al mese)
2 seminari esperienziali (sabato pomeriggio + domenica a mesi alterni)
2 seminari di Costellazioni Familiari (sabato pomeriggio + domenica a mersi alterni)
9 incontri di pratica del Counseling (su appuntamento)
50 ore di tirocinio pratico


Per coloro che sono interessati all'iscrizione all'Elenco nazionale dei Counselor FAIP COUNSELING, è richiesta la frequenza all’80% del totale delle ore. Sarà sempre possibile recuperare eventuali assenze, senza sostenere ulteriori costi.

E’ prevista l’iscrizione di un numero massimo di 25 allievi.

Info e presentazione del corso al numero: 335 5977306

 

FORMAZIONE TEORICA 


Elementi teorici di psicologia generale nel counseling

Definizione di sensazione, percezione, memoria, linguaggio, intelligenza.

La motivazione: istinti, pulsioni, motivazione primaria e secondaria, l’affiliazione

Le emozioni: elementi delle emozioni, espressione delle emozioni, le origini delle risposte emotive.

Pensiero: il pensiero, il ragionamento e la soluzione di problemi.

Pensiero, presenza mentale, consapevolezza.

L’atteggiamento meditativo. 


Elementi teorici di sessuologia

Sessualità e costruzione dell' identità. 

La formazione della sessualità nel ciclo di vita della persona dall'infanzia alla terza età. 

Coppia, famiglia, affettività e intimità. 

Tradimento, eros e tabù sessuali. 

I disturbi sessuali e le emozioni ad essi correlati. 

Sessualità come esperienza transpersonale.


Teoria della psicologia sistemica nel counseling 1

Storia della terapia e del counseling sistemico

Teoria dei sistemi

L’organizzazione dell’interazione umana

La comunicazione secondo un approccio sistemico

Gli assiomi della comunicazione 


Teoria della psicologia sistemica nel counseling 2

Ipotizzazione, neutralità, circolarità

Curiosità

Domande lineari, circolari, ipotetiche e riflessive

Parole chiave

Approccio narrativo

Storia della famiglia in occidente (estesa, mononucleare, plurinucleare)

La visione pluralista di famiglia e dei sistemi umani 


Teoria della psicologia sistemica nel counseling 3

Approfondimenti del modello sistemico

Virginia Satir e l'approccio comunicativo-umanista

Jacob Moreno e lo psicodramma

Ivan Boszormenyi-Nagy e la  terapia contestuale

Bert Hellinger e le Costellazioni Familiari  


Fondamenti di psicologia sociale e dei gruppi nel counseling

Counseling individuale e di gruppo nelle organizzazioni

Introduzione alla analisi organizzativa

La cultura organizzativa come sistema di sense making della vita organizzativa

Le dinamiche dei gruppi di lavoro

L’interazione sociale: la formazione dei gruppi, l’influenza dei gruppi, le decisioni prese dai gruppi, le azioni compiute dai gruppi, aggressività, competizione e cooperazione, le influenze ambientali sul comportamento sociale


Storia della psicologia transpersonale 1

La prospettiva transpersonale

Storia della Psicologia transpersonale

Psicologia e Spiritualità

La pratica meditativa

La forza degli archetipi 1 

 

Storia della psicologia transpersonale 2

Modelli transpersonali (Assagioli, Wilber, Grof, Hellinger)

Il paradigma olistico

Sviluppo personale ed evoluzione transpersonale

Le emergenze spirituali

La forza degli archetipi 2 

 

Storia della psicologia transpersonale 3

Modello olistico dell’essere umano

Salute: corpo fisico, mentale, emozionale e spirituale

Malattie dell’anima: accompagnare il cliente sulla strada dell’autenticità e della consapevolezza

Confini e natura illusoria dei confini

Sofferenza e crescita personale

La forza degli archetipi 3

 

Elementi di psicopatologia

Nozione di trauma

Lo stress

La patologia psichica come espressione di impedimento all’elaborazione funzionale delle informazioni

La patologia psichica come espressione di impedimento all’integrazione armonica della propria storia

La patologia psichica come espressione di impedimento all’espressione della propria “vera natura” 


Filosofia della coscienza 1

Le forme della Coscienza

La Coscienza come destino

La Coscienza che lega

La Coscienza personale, familiare, superiore 


Filosofia della coscienza 2

Coscienza e anima: i movimenti dell’anima

Coscienza e malattia: l’amore che fa ammalare

Coscienza e conflitti: buona e cattiva coscienza

Le compensazioni della Coscienza 

 

Filosofia della coscienza 3

Coscienza conscia e Coscienza inconscia

La Coscienza nei Gruppi

Lo sviluppo della Coscienza

Il Bene e il Male: le forze contrapposte

Il Bene più grande 


Teoria e tecniche della comunicazione 1

Teorie della comunicazione.

La comunicazione verbale

La comunicazione non verbale

Stili di comunicazione ed ascolto 


Teoria e tecniche della comunicazione 2

Linguaggio di precisione.

Linguaggi di suggestione.

La metafora come tecnica terapeutica e di counseling

Dallo stato presente all’obbiettivo 


Teoria e tecniche della comunicazione 3

Dalla sensazione cattiva alla sensazione buona

Orientarsi verso l’interno, l’esterno, nel tempo

Muoversi sui piani temporali 

 

Metodologia della Ricerca

Criteri di scelta per la ricerca in rapporto al fenomeno di interesse e agli obiettivi dell'indagine.

Metodi di analisi per trasformare costrutti e concetti astratti in aspetti osservabili.

Potenzialità e limiti dell'approccio qualitativo e di quello quantitativo rispetto alle caratteristiche  di un fenomeno oggetto di indagine e agli obiettivi dello studio.

Principi base di teoria della misura per la scelta o la costruzione degli strumenti di indagine.

Metodi e tecniche per la raccolta dei dati: modalità di intervista, osservazione e test.

L’analisi qualitativa dei testi e dei dati di osservazione. 

 

Storia del Counseling

La nascita del counseling.

I contributi di Maslow, May, Rogers, Perls, Carkhuff, Frankl

Analisi comparativa di alcune scuole di counseling: il counseling transpersonale, della Gestalt, di logoterapia, di psicosintesi, di analisi transazionale e il counseling integrato. I futuri scenari del counseling. 


Etica e deontologia professionale

La situazione politico-professionale del counseling in Italia.

Il segreto professionale del Counselor.

La responsabilità legale nel rapporto di consulenza.

La relazione tra cliente e counselor: rispetto, integrità, autorità, autonomia.

Norme deontologiche: la responsabilità del Counselor. 


Tecniche di counseling  1:  la relazione d’aiuto

Chi è il counselor: ruolo, competenze, attitudini, valori

Il counseling professionale: una dimensione specifica dell’attività di counseling che influenza l’equilibrio individuale e sociale.

Il setting

Il primo colloquio e il contratto

Forme di aiuto

Il processo di facilitazione

Il comportamento etico

La congruenza

La manipolazione

Il confronto

Le aspettative


Tecniche di counseling  2:  la conduzione  del colloquio d’aiuto

La natura del fronteggiare

Strategie e tattiche di sostegno

Ascolto attivo e ascolto passivo

Ascolto profondo

Lo sviluppo della capacità empatica

Il  vissuto del counselor

L’influenzamento

Assertività e rimandi 


Tecniche di counseling  3:  attivare le risorse

Le convinzioni limitanti

Agevolare l’accesso al piano emotivo

Agevolare la consapevolezza di sé

Attivare la relazione mente-corpo-anima

L’accesso al campo transpersonale

La “buona” soluzione

La conclusione della relazione d’aiuto 


Metodologia sistemica delle costellazioni familiari  1

Bert Hellinger e i suoi predecessori: la storia

Il campo cosciente

Lasciar agire il campo cosciente

L’atteggiamento fenomenologico

Il  raccoglimento interiore

L’arte della percezione

Ruolo del counselor/conduttore

Il contatto con il Cliente

Riconoscere i limiti propri e quelli del Cliente


Metodologia sistemica delle costellazioni familiari  2

Rappresentare una costellazione familiare

Autorità e resistenza

Focalizzare la richiesta

Riconoscere e rispettare gli “Ordini dell’Amore”

Andare con i “Movimenti dell’Anima”

Restare all’ultimo posto

Sapersi  fermare: i “segreti di famiglia”

Rappresentare la relazione genitori-figli

Rappresentare la relazione figli-genitori

Rappresentare la relazione di coppia


Metodologia sistemica delle costellazioni familiari  3

Interagire col campo

L’uso del linguaggio

Le parole che riconoscono, risolvono, risanano

Il linguaggio del corpo e quello dell’anima

Rappresentare la colpa, la malattia, la morte

Rappresentare i sentimenti e le emozioni

Costellazioni  familiari in gruppo

Costellazioni  familiari individuali

Costellazioni familiari aziendali

 
FORMAZIONE ESPERIENZIALE E PERSONALE (393 ore)

Laboratorio di counseling e supervisione 1 / 2 / 3
 
pratica esperienziale di counseling individuale
pratica esperienziale di condivisione di gruppo
supervisione sulle relazioni d’aiuto attivate dagli allievi
presentazione tesine di fine anno e tesi di fine corso 

Seminari esperienziali ( 4 weekend all'anno)
I temi dei seminari variano di anno in anno e comprendono esperienze con la metodologia delle Costellazioni Familiari)
vedi: http://www.ilmutamento.it/appuntamenti/elenco/t/seminari-esperienziali/m/0

Tirocinio di counseling personale e transpersonale (lavoro su di sé)
Sessioni individuali di counseling;
Sessioni di counseling in coppia con supervisione;
Pratiche transpersonali (meditazioni di consapevolezza, meditazioni di movimento, visualizzazioni creative)

Tirocinio esterno (50 ore/anno)
E' prevista la possibilità di effettuare il tirocinio pratico di ascolto presso strutture ed istituzioni convenzionate con la Scuola.

Ore di studio e preparazione delle tesi di fine anno e fine corso
Alla fine del 1° e 2° anno gli allievi produrranno una tesi relativa all'esperienza fatta nel corso dell'anno di studio. Le tesi saranno elaborate con il supporto di Counselor Tutor messi a disposizione dalla Scuola.
Alla fine del triennio, gli interessati alla professione di Counselor, potranno sostenere la tesi di fine corso, che sarà concordata e seguita dal proprio Docente Relatore. Detta tesi sarà discussa alla presenza di un commissario esterno nominato dalla FAIP Counseling.